Stai visitando l'archivio per 2010 marzo.

(IN)CANTI – Ritratto di un’amica intanto che parlo

30 marzo 2010 in Senza categoria

Cantare mi è sempre piaciuto ma per tanto tempo non ci ho fatto caso. Ho passato anni preziosi a guardare la realtà e ad analizzare me stessa e gli altri, facendo soltanto ciò che, quasi per inerzia, non mi è mai stato difficile fare: leggere, studiare e, fino ai vent’anni praticamente tutti i giorni, nuotare. Il resto era un mondo meraviglioso ed estraneo che rimaneva al di là di un vetro infrangibile, un luogo a cui non mi sembrava possibile appartenere davvero. Quel “narcisismo della rinuncia”, che un personaggio in un romanzo di Manuel Alegre considerava tratto distintivo dello spirito nazionale portoghese, l’ho riconosciuto come un’anima gemella, e chissà che non abbia avuto un suo peso nella mia scelta del Portogallo come spazio prediletto delle mie “affinità elettive”. Continua a leggere questo articolo →

Per Vera, Mama bosniaca

28 marzo 2010 in Senza categoria

Voglio ringraziare Mario e Sanja per avermi raccontato la storia di Mama Vera, durante una di quelle belle cene a casa loro, fra vino e crostini, a parlare, ridere, e commuoversi anche, come qui. Riporto il pezzo che le hanno dedicato, pochi giorni dopo la sua morte, i suoi “figli” del Comitato/Komitet Bergamo-Kakanj. Continua a leggere questo articolo →

Onorare una donna – Lettera a mia figlia

26 marzo 2010 in Senza categoria

MimosaIn questi ultimi giorni mi si stanno accavallando molti impegni e ho perso qualche colpo: tipo questa testimonianza, una intensa lettera alla figlia di pochi mesi che Marcella ha messo anche nel suo blog in occasione dell’8 marzo, avrei potuto anche pubblicarla un po’ più a ridosso della Giornata della Donna ma, appunto, l’avevo persa di vista e inserita nella mia scaletta delle pubblicazioni – sì perché c’ho anche una scaletta delle pubblicazioni, che non crediate che improvvisiamo qua 😉 – ancora più in là. Ma oggi recupero, un altro spazio di riflessione come un’eco degli effetti dell’8 marzo che è utile probabilmente soprattutto per questo: farci fermare a riflettere sui suoi possibili sensi. Mi scuso con Marcella per questo ritardo e la ringrazio per aver voluto condividere con noi queste parole così importanti. Continua a leggere questo articolo →

Il cervello delle mamme

21 marzo 2010 in Senza categoria

Metto in rete stasera un post che Serena ha già pubblicato poco più di un mese fa, sul blog Genitori crescono (gestito con l’amica Silvia), e che ha riscosso molto interesse, non solo fra chi ha già commentato. Buona lettura. Continua a leggere questo articolo →

Silvana Sciortino

20 marzo 2010 in Senza categoria

L’impegno di una donna pensante testimoniato da suo figlio. Grazie Andrea, per aver condiviso questi ricordi con noi. Credo abbiano moltissimo da dirci. Continua a leggere questo articolo →

Il Quadro

18 marzo 2010 in Senza categoria

A casa di mia nonna, quando eravamo piccoli, c’erano le poltrone di velluto rosso cupo, le tende, i tavolini bassi, e quell’odore insopportabile di naftalina che veniva dall’armadio con le cappelliere. Era la casa del pranzo di Natale, degli angoli bui e delle confessioni a bassa voce.

A casa di mia nonna c’era un quadro. Continua a leggere questo articolo →

Il mio Mondo Nuovo

17 marzo 2010 in Senza categoria

Quella di Francesca è un’altra storia di discriminazioni subite sul posto di lavoro da una donna incinta. Ma il suo racconto non si sofferma su questo evento, molto grave (di cui avremo modo di parlare tra pochi giorni proprio qui grazie a un’altra bella testimonianza), ma sull’occasione in cui lei ha potuto e ha saputo trasformare questo sopruso, ascoltando un io profondo che i ritmi accelerati delle nostre esistenze spesso ottundono. Perché procreando spesso ci si scopre anche più creative. Continua a leggere questo articolo →

Andy Warhol was right…

15 marzo 2010 in Senza categoria

Era ora che ciò che diceva Andy Warhol si avverasse: oggi ognuno di noi ha diritto a 15 minuti di celebrità. Se Dio vuole!

Ci mancava proprio un po’ di Costantino e un pizzico di Bobo “e la pillola va giù”. Oggi tutti possono assurgere alla ribalta, non importa chicomeperchéconqualimezzi, ma che si arrivi! Continua a leggere questo articolo →

Io e la lingua italiana

14 marzo 2010 in Senza categoria

Praticare la lingua dell’altro fino al punto da riuscirci a raccontare attraverso di lei, riscoprendoci trasformati dal suo timbro, dal suo lessico, dai suoi suoni: la mia amica Sara, dei giri lisboneti e di quella lunga chiacchierata davanti all’oceano in un posto che si chiama Telheira da Foz, dove finisce la ferrovia, la mia amica dalle parole precise e poetiche, pronunciate con voce un po’ roca in portoghese, la lingua meravigliosa in cui amo rifugiarmi e cercare quello che non trovo più nella mia, la mia amica fa proprio questo nel post che pubblico oggi: un formidabile esercizio di alterità, la strada che tante volte ci porta un po’ più in là nel farci conoscere noi stessi e quello che ci sta intorno. Continua a leggere questo articolo →

Parole da appendere, parole per apprendere

11 marzo 2010 in Senza categoria

Tutta questa neve che imbianca Bologna e la conseguente ordinanza che ha fatto chiudere oggi anche le scuole di Casalecchio, ha fatto saltare questa bellissima iniziativa a cui ero stata invitata dalla professoressa di spagnolo Chiara Stanghellini, che ci ha mandato anche lo scritto che pubblico stasera, in cui finalmente si parla di insegnamento, di scuola, di giovanissimi. Ma se ne parla a partire da lontano, da quel Sudamerica che lei tanto ama, conosce e canta. Mi piace pensare che anche questi nostri post siano proprio come i fogliettini che volteggiano a baluardo della memoria in Cent’anni di solitudine, fogliettini appiccicati sulle persone e sulle cose, sui luoghi e  sugli eventi che, per motivi talora opposti, non possiamo né dobbiamo dimenticare, qui, nella nostra Macondo nostrana.

Continua a leggere questo articolo →

Vai alla barra degli strumenti